Parafrasi del Piccolo Principe

Parafrasi del Piccolo Principe

cooperazione

“l’essenziale è invisibile agli occhi…” dice…Il Piccolo Principe

Vista, tatto, udito, gusto, olfatto..camminano insieme in fila indiana…non si guardano, non si toccano, non si sentono, non si assaggiano, non si annusano, sembrano quasi non conoscersi.

Ad un certo punto dalla fila si “astrae” la vista…corre davanti a tutti e sale su un sasso in posizione elevata..

Ehi…!!! IO sono la vista…sono il più forte fra di vuoi ..io vedo tutto ..come potete Voi vivere senza di me?
Se non ci fossi IO tu tatto non potresti avvicinarti a cose o persone.
Se non ci fossi IO tu udito non vedresti chi è che sta dirigendo suoni verso di te
Se non ci fossi IO tu gusto non capiresti cosa c’è intorno al piatti di cui ti stai nutrendo.
E tu olfatto che cosa potresti fare senza vedere da dove provengono gli odori?

Tatto udito gusto e olfatto sono stupiti
Non capiscono il motivo di tale arroganza.
Non avevano mai conosciuto la vista , sapevano della sua esistenza ma non erano a conoscenza del fatto che lei avesse un così grande potere
I quattro sensi un pò arrabbiati per questa arroganza della vista decidono di ammutinarsi.

Era una mattina di primavera ed il corpo appena svegliato apre gli occhi.
Appaiono i contorni della stanza la luce entra dalla finestra sul tetto. Colori ben definiti , luce chiara…sarà una bella giornata d sole e la luce dell’alba già rischiara la stanza.
Il corpo si rigira nel letto.
Silenzio…nessun rumore come mai stamattina non sento il rumore del bimbo del piano di sotto ? Boh chissà forse stamani dorme!!!
Le rivide lenzuola di lino forse si sono consumate …stamani non avverto Il piacevole contatto…
Mi alzo preparo un caffè. Strano questo caffè non emana nessun odore, eppure ho aperto il barattolo appena ieri ….mmh pessimo caffè…
Esce il caffè, lo verso in abbondante quantità nella tazzina…bevo piano…cazzo ma oltre a non aver nessun profumo non ha nemmeno nessun sapore…Porca puttana..

Il corpo pieno di colori giace inerme.
Se sente vuoto non capisce. Non ha sensazioni, nessuna pulsione lo anima.
Il corpo forte del suo potere prende in esame le stato dei suoi sensi.

AHHH!!!! AHHHH!!!!!!!!!!
Eccoti lì………… cara vista………. ti ho beccato di nuovo con le tue smanie di potere …ed IO qui ed IO là ..sempre IO IO IO…
Ma non ti rendi conto che la tua presunzione ti impoverisce??
Cosa guardi se non ascolti?
Cosa guardi se non annusi?
Cosa guardi se non tocchi?
Cosa guardi se non lecchi?

Il corpo, forte della sua azioni di comando richiama tutti i sensi a riprendere la loro azione.
Schierati l’uno accanto all’altro e tutti di fronte al corpo.
Ad un certo punto il corpo comincia a parlare con un pesantissimo e generico discorso sulla cooperazione… sul fatto che nella vita occorre “solidarizzare” sul fatto che l’unione fa la forza…bla bla bla..
Nessun dei sensi capisce nulla.
Il corpo capisce e quasi con piglio militare:
“Tu vista ascolta il celeste di questo cielo..”
“Tu tatto guarda la bellezza di questa ruvida forma…”
“Tu….”

Incroci contraddizioni… i sensi cominciano ad usarsi, l’uno chiama l’altro in soccorso, si avvolgono, si toccano, si mangiano, si nutrono l’uno dell’altro…

Il corpo si alza e lentamente esce dalla scena, alza gli occhi e guarda il cielo con i 5 sensi.
Mmh!!! una notte senza stelle

Assaggia l’aria, annusa i colori, tocca l’aria, ascolta il vento., volta lo sguardo, chiude gli occhi..
Rivolge nuovamente lo sguardo verso il cileo..
“ecco …sì …ecco ora sì…le stelle sì….oltre le nuvole”..

Vivere , amare… con i 5 sensi…!!!

About The Author

Related posts

Rispondi