Compleanni

15 giorni fa era il 7 giugno.
Il 7 giugno scorso sono passati i miei 48 anni.
I miei genitori sono di origine contadina.
Non usava nella tradizione contadina festeggiare compleanni.
Nelle grandi famiglie numerose, non vi era tempo per regali, e feste individuali.
I miei genitori non abitano più in campagna da molti anni, hanno tuttavia nel sangue quella
cultura.
Oggi i compleanni li festeggio, ma sono lo stesso poco abituato.
Ed è bello ricevere auguri di vita felice.
Dalle persone che ti conoscono e che ti vogliono bene!
E’ bello riceverlo dalle persone che non conosci o che conosci solo virtualmente.
E’ bello pensare che qualcuno ha perso 5 minuti del proprio tempo per scrivere anche solo due righe.

Il giorno del mio compleanno ho ricevuto un regalo dai miei figli, mi sono commosso.
Non mi capita di commuovermi a seguito di un regalo.

Una cartellina verde con una scritta : “per il nostro babbo”
Apro, due immagini stampate, una frase:
“Quando un uomo sente battere nell’anima la vita e l’anima del mondo egli è libero”. (Rabindranath Tagore)

Spero sempre che imparino a inseguire quella libertà, quella felicità che non si compra al supermercato!
Mi sono commosso per questo regalo, un piccolo segno di questa speranza.

Esplora

6 risposte

  1. Non si trovan nei fossi ragazzi giovani che parlano del battito dell’anima della vita.
    Almeno, di questi Tempi.
    Valori e Tradizione sembrano essere concetti superati, ammuffiti e persino l’amore viene considerato debolezza.
    L’avanzata delle macchine che fecondano uomini e donne e stanno creando mutanti fa somigliare questo presente ad un lbro di Asimov.
    Tagore tra i ragazzi di adesso è una stella luminosa che fa ben sperare….
    Celeste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.