Decrescita

La scommessa della decrescita che tenta Serge Latouche è più facile da definire che da vincere. Fondamentalmente parte osservando che se l’umanità continua ad accrescere il consumo di risorse limitate sul pianeta arriverà a un’ineludibile catastrofe. E dunque lo sviluppo deve cambiare direzione.”

Interessante post, interessante libro:

http://blog.debiase.com/

Esplora

Per fare tutto ci vuole un fiore

Per fare un tavolo ci vuole il legno, Per fare il legno ci vuole l’albero, Per fare l’albero ci vuole il seme,

Community? Se non lo fai tu lo fanno loro…

Qualche settimana fa abbiamo parlato di come possiamo evitare le frizioni nei processi di gestione della conoscenza. Abbiamo parlato delle teorie di gestione delle

2 risposte

  1. mi viene in mente una vignetta del mitico Quino:
    un tizio non fa che tossire, dalla finestra di casa sua si vede un gran fumo nero diffuso nel cielo, l’uomo esce, va a comprarsi le pillole contro la tosse. la fabbrica che le produce è la stessa che causa quel fumo..

    lo ‘sviluppo sostenibile’ è ancora un’utopia, anzi, il danno ambientale è l’unità di misura dello sviluppo stesso.
    per fortuna ci sono comunque molti studiosi che si preoccupano di sviluppare piani di utilizzo di energie alternative e di produzione bio-compatibile ed eco-sostenibile, ma nell’attuazione siamo ben lontani dallo standard del protocollo di kyoto.
    per adesso continuiamo a studiare, perchè un giorno la salvaguardia delle risorse diventerà più importante della manovra economica che ne consegue, perchè tanto è sempre e solo una questione di soldi!

  2. sai che cosa credo…che da qui in avanti lo spartiacque politico sarà tra i teorici ed i sostenitori della crescita=sviluppo ed i sostenitori della felicità.
    Bisogna cominciare a pensare che siamo “sovranutriti” e non solo di cibo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.