terra

Tutte le volte che ascolto giornalisti lanciarsi in mirabolanti interpretazioni dei flussi elettorali mi monta il nervoso a seconda della posizione politica:

  • La sinistra ha pagato perchè non ha garantito la governabilità.
  • La sinistra ha pagato perchè non ha garantito i più deboli.
  • La sinistra ha pagato perchè non ha esposto la tradizione storica.
  • La sinistra ha pagato perchè rappresenta un reperto archeologico.
  • La sinistra ha pagato perchè è massimalista e comunista.
  • La sinistra ha pagato perchè è antimodernista.

La sinistra ha pagato perchè non è stata capace di rappresentare la ricchezza che sta al centro del dibattito politico mondiale su una nuova modernità, perchè ciò che muove l’elettorato sono le percezioni, le passioni. Non si vota per 10 euro in più o in meno alla fine del mese, si vota ciò che da futuro. E quando nessuno offre un futuro migliore per noi e per i nostri figli tanto vale votare per chi sembra offrire nell’immediato i privilegi immediati per te e per la tua corte.

Il futuro, per ora,  un campo da arare, lavoro di qualche folle intellettuale, “dissociato” dalla realtà. Quando tra 150 anni l’ambiente rivolgerà senza possibilità di ritorno la sua ostilità verso l’uomo che ne ha turbato l’equilibrio e i nostri pronipoti assisteranno a frequenti tsunami meteorologici e migratori, non politici, forse allora capiremo come iniziare un processo di “associazione” per una nuova UMANITA’.

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. esatto, si vota per ciò che dà futuro. Per questo in India sono soddisfatti tutot sommato del loro paese, perché tutti stanno molto meglio di 10 anni fa e vedono un futuro ancora migliore..

  2. Alla generazione che non pensa al futuro dei propri nipoti rimangono pochi spazi di felicità

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi il menu