Idiosincrasia verso le parole: innovazione

Da un po’ sto sviluppando una sorta di idiosincrasia verso alcune parole.
Una di queste è INNOVAZIONE.
Diciamolo chiaramente. l’innovazione ci ha un po’ “stancato”… tra virgolette perchè non si possono usare parole forti:

impresa innovativa…
un gruppo di persone fortemente innovativi..
prodotti innovativi…

Che significa?
Quale vantaggio, valore, elemento distintivo identitario è costituito da chi si descrive nei modi sopra citati.

Preferisco IMMAGINAZIONE ad innovazione.

Il nuovo non necessariamente è meglio del vecchio.
Il nuovo è semplicemente ciò che è arrivato da poco.
Il nuovo invecchia dopo pochi giorni.
Il nuovo non racconta l sogno di un futuro migliore rispetto al passato ?

Per questo preferisco immaginare ad innovare.

Nella vita ordinaria delle persone, delle imprese, della società consideriamo lo sforzo dell’uomo per IMMAGINARE un mondo migliore come perdita di tempo.

Chissà poi a danno di cosa. Mah!
Voi avete capito dove va a finire tutto questo tempo risparmiato ?

Esplora

2 risposte

  1. Sono d’accordo Ale
    sono tante le parole “abusate” e troppe le parole che dovrebbero contenere altro ma che spesso sono fumo o semplicemente moda.
    E sono molto d’accordo anche che “Il nuovo non necessariamente è meglio del vecchio”.
    Anzi, a volte è involuzione ….. e non innovazione..
    ciao,
    un caro saluto
    celeste/orietta

  2. Vi sono parole che nascono con un significato.
    Po ad un certo punto virano.
    Virano nella coscienza collettiva.
    Virano nelle coscienze individuali.

    INNOVAZIONE..per me , ha virato.
    🙂
    Un caro saluto a te Orietta e grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.